Bacheca


Risultati della ricerca

EVENTO - La Grande Guerra in Terra d'Otranto

A Lecce e Tricase, dal 4 al 7 novembre, nell'ambito del Festival Internazionale della Public History, avrà luogo "La Grande Guerra in Terra d'Otranto" una serie di incontri, seminari, conferenze, visite guidate, laboratori e storytelling organizzati in occasione del centenario della Grande Guerra.Il portale 14-18 Documenti e immagini della Grande Guerra parteciperà all'evento.Per il programma delle attività si veda la pagina dedicata nel sito ...

EVENTO - Parma nella Grande Guerra

È stata inaugurata presso il Palazzo Ducale di Parma la mostra “Parma nella Grande Guerra”, ideata e curata dal giornalista e storico Pino Agnetti.La mostra sarà visitabile per tutto il mese di novembre. Maggiori informazioni sull'iniziativa nel comunicato stampa.

EVENTO - "1915-1918 I numeri della guerra, la guerra dei numeri"

Il 17 novembre 2018, nell'ambito delle celebrazioni per il centenario della fine del Primo conflitto mondiale, si terrà presso l'Archivio di Stato di Padova la Manifestazione "1915-1918 I numeri della guerra, la guerra dei numeri"

EVENTO - “Follia di guerra. Militari in manicomio nel primo conflitto mondiale”

Il 1° dicembre 2018 alle ore 17.00, presso la Biblioteca comunale di Imola, sarà inaugurata la mostra documentaria “Follia di guerra. Militari in manicomio nel primo conflitto mondiale”.Attraverso i documenti sanitari e la corrispondenza dei militari ricoverati presso il Manicomio di S. Maria della Scaletta (Osservanza) e il Manicomio provinciale di Bologna in Imola si ripercorre il percorso dei soldati sia in guerra sia nel ricovero.Maggiori ...

EVENTO - "Li ciorne che abiammo lasciato una Storia"

Sabato 22 Dicembre, alle ore 18:00, presso il teatro Tordinona di Roma, sarà messo in scena il reading teatrale “Li ciorne che abiammo lasciato una Storia”, scritto e interpretato da Aldo Milea e Saverio Senni. Lo spettacolo affronta il tema dei ragazzi del ’99 nella Grande Guerra attraverso il racconto di uno fra loro, Vincenzo Rabito, bracciante siciliano autore dell’opera autobiografica Terra Matta.

ARTICOLO - Commemorazione e Sacralizzazione dei caduti della Grande Guerra - Parte prima

La dura vita di trincea costrinse i soldati dei diversi eserciti a convivere quotidianamente con la presenza della morte. In qualsiasi momento e all'improvviso, per un colpo di artiglieria o una scheggia di granata avrebbero potuto perdere la vita. L’assuefazione alla morte di massa non affievolì la pietà dei soldati verso i propri compagni deceduti; fin dall’inizio del conflitto, infatti, il rispetto per i commilitoni caduti spinse gli uomini ...

NOTIZIA - Progetto Upgrading History. Diaries from the War Front.

Upgrading History. Diaries from the War Front è uno dei tre progetti finanziati nel 2018 da Europeana Foundation, con il suo programma Research Grant Programme. Il Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell'Università di Bologna e il centro di ricerca DhARC lo accolgono nei loro server.L'archivio di Europeana contiene molti testi inediti che riguardano la Prima guerra mondiale, in particolar modo diari e memorie dei soldati europei. ...

ARTICOLO - Commemorazione e Sacralizzazione dei caduti della Grande Guerra - Parte seconda

Nelle iniziative nazionali il culto dei morti fu legato indissolubilmente al fenomeno della sacralizzazione della nazione verso la quale i cittadini dovevano dedizione totale fino all’estremo sacrificio. La nazione venne raffigurata dalla propaganda come una giovane donna, pura e protetta da Dio, mentre ai nemici divenne abitudine attribuire sembianze di assassini, ladri e stupratori. Alcuni esempi significativi sono rappresentati da “L’Albo ...

ARTICOLO - L'esperienza di Silvio Ruzzier nella Grande Guerra: la sua testimonianza in un'intervista

Grazie al contributo di privati cittadini, il portale 14-18 si arricchisce di nuove risorse. È questo il caso del sig. Guido Ruzzier che ha reso disponibile nell’archivio digitale la registrazione di un estratto dell’intervista che fece a suo padre Silvio Ruzzier reduce della Grande Guerra il 20 marzo 1978 a Trieste. Silvio Ruzzier, detto "Luio", svolse l’attività di salinaio e in seguito di pittore decoratore. Nacque a Pirano d'Istria nel ...

ARTICOLO - I giornali di trincea

Dopo la rotta di Caporetto dell’ottobre del 1917, le ripercussioni sociali e politiche all’interno del Paese furono enormi. In ambito militare il generale Luigi Cadorna venne sostituito come comandante supremo da Armando Diaz il quale prese subito provvedimenti per rianimare il morale delle truppe, prestando una maggiore attenzione alle diverse esigenze dei soldati.Oltre a migliorare il vitto, ad aumentare e regolare le licenze, venne anche potenziato ...